Innesti

Grazie al nostro personale specializzato nel settore del giardinaggio, la nostra azienda svolge servizi di innesti a Roma e provincia. L’innesto è un metodo di moltiplicazione vegetativa che consiste nel saldare una o più porzioni della varietà che si desidera riprodurre su una pianta della stessa specie o di specie affine, in modo da ottenere un nuovo individuo.

Portainnesto o soggetto è la pianta che fornisce l’apparato radicale, invece il nesto e l’oggetto è la pianta che fornisce la chioma.

Il fusto può appartenere all’una o all’altra pianta pianta, a seconda del punto in cui viene praticato l’innesto sul soggetto: ad altezza variabile, dalla base all’inserzione dei rami o anche sulle radici.

COME AVVIENE L’INNESTO

L’innesto si considera “riuscito” quando si ristabilisce la circolazione della linfa tra portainnesto e nesto. Perché ciò si verifichi, è necessaria la perfetta saldatura tra gli elementi ad analoga funzione appartenenti ai due individui. Il cambio è un anello presente nei fusti e nei rami e che costituisce la zona generatrice di nuovi tessuti. E’ necessario mettere le cellule cambiali in esatta corrispondenza e a stretto contatto, adottando tecniche diverse a seconda che il nesto sia costituito da una gemma (scudetto) o da un rametto(marza).

SCOPI DELL’INNESTO

  • Sostituire le comuni tecniche di riproduzione vegetativa per quelle specie e varietà che presentano problemi di radicamento, oppure hanno una crescita lenta e quindi fioriscono e fruttificano molto tardivamente.
  • Dotare la varietà prescelta di apparato radicale idoneo alle caratteristiche del terreno.
  • Sostituire l’apparato radicale di una varietà, soggetto a patologie specifiche con quello di un portainnesto che, al contrario, ne sia immune.
  • Introdurre rapidamente nel giardino e nel frutteto nuove varietà, sfruttando piante adulte già ambientate.
  • Cambiare varietà innestando su piante adulte.
  • Superare l’incompatibilità tra soggetto e oggetto.
  • Produrre varietà diverse su una stessa pianta.
  • Ringiovanire alberi vecchi e trascurati.
  • Ristabilire l’equilibrio di una chioma danneggiata o mutilata per cause diverse, sostituendo dei rami o impiantandone dei nuovi.
  • Ripristinare la circolazione della linfa su fusti e rami, ostacolata da traumi, ferite e da un’incompleta saldatura dell’innesto.